CONSOLE ACADEMY

E'  situata in uno spazio multifunzionale;

può ospitare live webinar,  workshop, laboratori digitali.

Console Academy è la divisione dell’azienda storica Console Firenze dal 1919 ed è un contenitore ed incubatore di idee, progetti e network aziendali.

 

Lo spazio in cui opera è collocato nei locali storici dell’ azienda, in via Ricasoli 45, ed è strategico poiché si trova davanti alla Galleria dell’Accademia,  situata tra l'Accademia delle belle arti ed il Conservatorio Cherubini, il quale  confina con l'Opificio delle pietre dure.

 

Gli spazi dell’edificio storico, completamente rinnovati, danno vita a progetti nuovi, digitali, connessi e amplificatori di idee e di condivisioni.

 

Console Academy

ATELIER DI FORMAZIONE MANAGERIALE

NASCE NEL 1991 COME ATELIER DI FORMAZIONE MANAGERIALE DELLA CONSOLE FIRENZE, AZIENDA FIORENTINA FONDATA NEL 1919.

Console Academy è un laboratorio, un knowldege hub, un incubatore temporaneo, fondato sulla gestione del tempo, sulle percezioni, sulle dinamiche inter-personali, sull’innovazione, ma anche sulle competenze, lo scambio dei saperi, la condivisione delle idee e delle esperienze.  ‘Creare sintesi’ significa favorire la trasformazione organizzativa fornendo nel contempo impulsi vitali utili per garantire vantaggi competitivi duraturi.

Eroga solo progetti personalizzati sotto forma di “Atelier di Formazione Manageriale”.

L’Academy lavora per migliorare le performance dell’impresa, implementando la crescita delle persone, in coerenza con l’assunto che lo sviluppo poggia sia sull'innovazione tecnologica finanziaria, sia su quella individuale e delle modalità di lavorare in gruppo.

PERCHÈ SCEGLIERCI

  • Per studiare e sviluppare nuovi approcci in grado di dare risposta alle richieste di competitività, di innovazione, delle aziende, dei sistemi territoriali, sociali e politici.

  • Il nostro “Consulente di Sintesi” diagnostica una o più problematiche aziendali, le mette in relazione sia con i bisogni e le caratteristiche delle persone, sia con la visione globale dell’organizzazione. Con tecniche appropriate favorisce la creazione di visioni comuni e la soluzione delle problematiche in campo.

PARTNERS

I CONSULENTI PROVENGONO DA:

  • Staff ACADEMY

  • Consulenti ACADEMY

  • Institut Symlog de France

E’ un selezionato gruppo di professionisti* con percorsi di studio in Italia, Francia, Stati Uniti: economisti, ingegneri gestionali, psicologi del lavoro.

CONSOLE ACADEMY: SOLUZIONI

AMBITI PROFESSIONALI

  • Knoledge conversion per lo sviluppo dei talenti (far emergere i propri talenti e skills)

  • Preparare il Change e l'Innovazione

  • Arte e Leadership (migliorare la cultura manageriale,  Confidence, Reputation, Creativity)

  • Prossemica (sistema di influenzamento negli spazi comuni & Design)

  • Mente & Musica (comprendere il proprio modello mentale)

  • T-Group & Team Building 

  • Benessere organizzativo

  • Leadership delle organizzazioni (Aziende, Istituzioni, Partiti, Sanità)

  • Teoria del cammello (cicli di vita lavorativa)

Paolo Conferenza .JPG

KNOWLEDGE CONVERSION PER LO SVILUPPO DEI TALENTI

Parole chiave: #Learning Communiy #Apprendimento da interazione #Sviluppo talentuosità individuale #Knowledge Conversion #Knowledge Sharing

 

L’origine della conoscenza organizzativa risiede nell’intuizione e nel talento individuale. Le persone di talento possono intraprendere performance migliori quando “lavorano insieme”, poiché attraverso l’interazione sociale e la condivisione delle personali esperienze e conoscenze tipica delle pratiche di on the job training, è possibile che la talentuosità individuale unita alla capacità di lavorare in gruppo, attivino delle learning community.

Le persone appartenenti alla comunità possono accedere alle informazioni e alle competenze dei singoli individui: le collaborazioni informali facilitano il trasferimento della conoscenza tacita , migliorando così l’efficacia dell’apprendimento complessivo.

La creazione della conoscenza d’impresa è pertanto un processo interattivo ed iterativo “a spirale” che, muovendo da un livello individuale, si amplifica progressivamente, coinvolgendo comunità di interazione sempre più ampie (dal talento individuale, con un processo a spirale si passa ad un team di talenti, e da esso ad un’organizzazione di talento).

L’ACADEMY propone alcuni modelli relativi alle modalità necessarie per implementare in azienda un sistema di gestione e diffusione della conoscenza.

A cura di Paolo Pellegrini, Elisa Pellegrini Estratto dalla rivista “Psicologia del lavoro” n. 149 – luglio 2008 – Diretta dal Prof.Enzo Spaltro

PREPARARE IL CHANGE E L’INNOVAZIONE

Affinché si realizzi una trasformazione è necessario sviluppare una strategia che comporti forti implicazioni individuali e collettive in grado di creare un anello di connessione fra l’esame di realtà e la speranza di futuro.

 

Le domande alle quali daremo risposta sono: dove vogliamo andare? Con quali risorse? quali strade vogliamo delineare? Le ricerche portano a pensare che sia sempre più necessario indurre nelle Persone trasformazioni culturali profonde che partendo dai consolidati portino allo sviluppo di nuovi stimoli, motori questi ultimi di un benessere organizzativo che è sempre più da intendersi come uno dei precursori dello sviluppo delle aziende. I temi saranno personalizzati sul cliente.

Esempi: • Il concetto di diagnosi: verrà simulata una misurazione al fine di determinare azioni utili da mettere in campo • Lezione sul lavoro produttivo di ricchezza economica e non solo • Sensibilizzazione sulle dinamiche nei network di lavoro • Come cambiare il modo di vivere il lavoro  •  Come comunicare il cambiamento •

 L’ACADEMY prevede metodologie innovative sia nel setting sia nelle relazioni docente/partecipante.

ARTE E LEADERSHIP

MIGLIORARE LA CULTURA MANAGERIALE

La nostra proposta di formazione manageriale insiste sull’educazione estetica ovvero sullo sviluppo della sensibilità estetica e sull’apprezzamento del bello al fine di sviluppare forme di creatività, di percezioni e di riflessioni proiettate nel presente e nel futuro.

 

Uno sviluppo integrato della forma mentis del manager è un bene per l’azienda e per la persona in grado di dare vita ad espressioni di carica vitale. La fruizione di opere dʼarte contemporanea può essere impiegata nei processi di formazione aziendale per comprendere meglio lo spirito del tempo, la contemporaneità, le categorie del postmoderno, la contaminazione dei generi,

dei materiali e delle culture, lʼaccelerazione caotica dei processi di cambiamento, le peculiarità delle generazioni Y e dei nativi digitali, la complessità ambientale e la globalizzazione, la diversità culturale, il valore della soggettività e la relativizzazione dei valori. Un artista, prima e meglio di altri, è in grado di sentire e riprodurre simbolicamente nelle opere dʼarte lo spirito del tempo. La fruizione di opere dʼarte arricchisce lo spirito umano di oggetti simbolici di mediazione e di significazione della realtà. Lʼinteriorizzazione di tali oggetti sviluppa la capacità di vedere e costruire il mondo (direbbe Nelson Goodman) da prospettive diverse. Un leader deve essere in grado di cambiare prospettiva interpretativa, di offrire continue reinterpretazioni della realtà, cambiando significanti e ricostruendo significati. L’ACADEMY costruisce percorsi su misura su Arte   e Leadership. 

PROSSEMICA, SISTEMI DI INFLUENZAMENTO NEGLI SPAZI COMUNI E DESIGN

I comportamenti (positivi e non) negli ambienti di condivisione sono molto più influenzati di quanto non si creda dalla “ Prossemica”, cioè dalla percezione dello spazio e dal modo con cui le persone si relazionano in esso, in funzione delle dimensioni, delle distanze, delle forme, dei colori, delle circostanze, degli odori, dei suoni, dei ruoli assunti dalle persone.

Proponiamo esercitazioni mirate e studi comparati su questa forma di comunicazione interumana di tipo non verbale, nella quale si riconoscono diversi sistemi di comportamento individuali e  collettivi. Fornire consapevolezza su questa dimensione di natura culturale e sensoriale contribuisce al miglioramento delle relazioni e del clima organizzativo e rappresenta anche un utile strumento di management.

Agevoliamo inoltre la costituzione di gruppi di studio interculturali dedicati ad immaginare e sperimentare innovativi spazi adeguati e rispondenti agli obiettivi aziendali da perseguire. La personalizzazione degli spazi, delle scrivanie, delle sale riunioni, degli spazi relax, vista in funzione degli obiettivi da perseguire, migliora in modo sostanziale le modalità partecipative e motivazionali delle persone.


L’ACADEMY mette a disposizione uno staff composto da esperti in psicologia delle organizzazioni, da architetti, designer, artisti e creativi che collaborando in forma integrata saranno in grado di fornire le migliori idee possibili, rispettando

la natura “psicologica” degli spazi, mettendo la Prossemica al centro del progetto e quindi le persone.

MENTE E MUSICA: COMPRENDERE IL PROPRIO MODELLO MENTALE

Pensare con i suoni: il linguaggio musicale e la mente

 

Rappresenta un format innovativo e spettacolare, in grado di suscitare intensi stimoli emotivi e mentali; è un punto di partenza dal quale si possono ricavare applicazioni concrete per stimolare il miglioramento delle performance individuali.

E’ un modello basato sull’insieme di quattro sistemi mentali diversi e complementari, ognuno dei quali desunto dal modo di pensare di quattro grandi musicisti. comprendere quanto le emozioni giochino un ruolo fondamentale nelle scelte decisionali; mantenere in costante collegamento emozionalità e razionalità;

(i due emisferi cerebrali)fare largo uso di processi automatici ed inconsci.

E’ previsto l’uso di strumenti multimediali e musicali. Lo staff è composto da un direttore d’orchestra, che intratterrà i partecipanti con brani musicali (con/senza orchestra in base al budget), e da un consulente, esperto in scienze psichiche e scienze manageriali. 

 Jules Combarieu diceva: “pensare senza concetti, non per abbandonare le cose che i concetti rappresentano, ma al contrario per penetrarle meglio; dissolvere questa personalità superficiale, ingombra di parole, distratta verso l’esterno, che ricopre e ci nasconde il fondo della nostra persona; ritornare allo stato di natura, alla libera disposizione di sé, al gioco ad un tempo ingenuo e sapiente delle nostre forze interiori; intellettualizzare finemente la sensibilità e immettere nell’intelligenza una sensibilità diffusa, in modo da produrre come una delicata emanazione dell’una e dell’altra, questo mi pare essere il privilegio della musica”.

T-GROUP E TEAM BUILDING

Il T‐group rappresenta un’efficace forma di apprendimento nell’ambito delle relazioni. E’ uno dei più potenti mezzi di cambiamento dei comportamenti individuali.


Esso consiste in una esperienza di “Laboratorio di dinamiche di gruppo” che si propone di: estendere la consapevolezza delle norme implicite e delle dinamiche che regolano la convivenza sociale organizzata. pensare e fare attraverso il principio della massima contemporaneità

possibile, cercando di apprendere più attraverso i fenomeni presenti nel gruppo che non attraverso informazioni ed esperienze esterne al gruppo stesso.

Il T‐Group CONSOLE ACADEMY rappresenta un’evoluzione del modello classico ed è molto vicino alla tecnica del Team Building.

L’apprendimento non è da intendersi solamente a un livello intellettuale e come esperienza, ma produce anche implicazioni positive nei vissuti lavorativi. Pertanto l’ apprendimento derivante dall’esperienza in un piccolo gruppo può essere esportata anche negli ambienti professionali e personali in cui si opera, dove è sempre più richiesta la disponibilità a collaborare in gruppo e con i gruppi.

BENESSERE ORGANIZZATIVO

Siamo fatti di polis, di spiritualità, di psiche, di emozioni; siamo fatti ovviamente anche di competenze tecniche, ma sicuramente saranno i desideri profondi della Persona che potranno generare benessere sociale, organizzativo ed economico. Il benessere può rappresentare lo stimolo, la miccia per innescare e liberare nell’organizzazione “quello che si sa e quello che si ha” (E.Spaltro). Il senso del benessere organizzativo e da lavoro si gioca sicuramente nella sfera psichica ed in quella tecnologica, ma la consapevolezza e le buone relazioni interpersonali ne rappresentano il collante vitale. Si può affermare che la base del benessere è la passione di cercare l’insensato, cioè l’intangibile che deve diventare “senso compiuto” ovvero bellezza, ovvero bellessere: questo potrebbe significare per alcuni accettare di vivere più centrati sul futuro ed un po’ meno sul presente, producendo migliori forme di vita in azienda. L’ACADEMY è in grado di strutturare ricerche sul campo ed interventi mirati, riducendo i fattori di malessere individuali o di gruppo.

LEADERSHIP DELLE ORGANIZZAZIONI

Laboratori pensati ad hoc per Aziende, Istituzioni Pubbliche, Partiti, Istituti Religiosi, Ospedali.


Per dare significato al lavoro e alla definizione di valori condivisi, può risultare opportuno sviluppare l’innovazione individuale e collegiale, ovvero una “leadership organizzativa” in grado di sviluppare sinergie, competenze e goal individuali ed aziendali.Il Laboratorio è rivolto alle organizzazioni che desiderano accompagnare le persone verso posizioni di ruoli guida e di leadership.


La metodica si basa sulla convinzione che l’innovazione individuale e collettiva si realizzino soltanto se le persone potranno vivere l’esperienza di cosa significhi la trasformazione, intesa come insieme dei cambiamenti nei processi consapevoli ed inconsapevoli.


L’obiettivo è quello di dare alle persone la possibilità di sperimentare, riconoscere ed elaborare le proprie ed altrui modalità di influenzamento e di leadership.Il Laboratorio è ’una “Istituzione temporanea creata ad hoc” (UN SIMULATORE) che darà l’opportunità di:a) confrontarsi nell’esercizio dell’autorità,b) analizzare il proprio stile di relazione con l’autorità,c) verificare le modalità con le quali si impostano le relazioni professionali,d) sperimentarsi nei diversi ruoli assunti nei differenti contesti situazionali costruiti ad hoc. Le persone si troveranno ad agire in una situazione organizzativa complessa, assumeranno ruoli diversi, assegnati e scelti, e sperimenteranno la relazione con l’autorità, la gestione di strumenti come il tempo e lo spazio usati sia in funzione degli obiettivi sia in relazione ai gruppi di lavoro. Verrà dato rilievo e portato al livello consapevole il piano politico, spirituale e psichico delle relazioni di influenzamento.

TEORIA DEL CAMMELLO: CICLI DI VITA LAVORATIVA

Origina da dati oggettivi che delineano la tendenza all’invecchiamento della popolazione e delle ricadute sull’occupazione dei lavoratori anziani. La questione dei lavoratori adulti – over 50– può rappresentare una delle maggiori criticità

oppure una grande opportunità che oggi sta investendo il mercato del lavoro, che è destinata a produrre effetti economici e sociali piuttosto rilevanti, anche nel territorio della nostra Regione, in base a come si sceglierà – Amministrazioni, Parti sociali e datoriali, Lavoratori ed Aziende – di gestirla.

L’obiettivo generale della proposta formativa è quello di affrontare il tema della longevità e delle ricadute sul mercato del lavoro, proponendo un modello innovativo per la gestione del cambiamento all’interno delle aziende e stimolando un approccio al lavoro basato sui cicli di vita professionale, propizio per l’invecchiamento attivo.

Lo scopo è quello di sperimentare un modello che coinvolga imprenditori, management e quadri nella ridefinizione di un’identità d’impresa che punti ad incrementare l’adattabilità e l’autonomia dei lavoratori adulti per utilizzarne al meglio le potenzialità e l’esperienza in una logica manageriale Si interverrà sui fattori di crescita delle risorse umane attraverso azioni di formazione e orientamento innovative, per incentivare il prolungamento della vita lavorativa degli adulti in una logica di ben‐essere. E’ un modello di cambiamento culturale, pensato per i lavoratori adulti (dirigenti e quadri). Si tratta di sviluppare un nuovo atteggiamento “mentale” verso l’attuale situazione lavorativa al fine di mantenere più a lungo una posizione soddisfacente in termini di autonomia; ovvero il passaggio dal primo ciclo di vita lavorativa verso una seconda esperienza professionale e di vita, in una prospettiva di massima valorizzazione del lavoro autonomo e con una logica di prevenzione.

 

Si auspica che possano crearsi le condizioni lavorative all’interno delle aziende, dal punto di vista fisico e psicologico, in grado di recepire e promuovere i valori di esperienza e professionalità di cui sono portatori i lavoratori anziani. Nel suo complesso l’intervento avrà un’impronta altamente pratica/operativa.